Madre Tersa insegna….

Fate che chiunque venga a voi se ne vada
sentendosi meglio e più felice.
Tutti devono vedere la bontà del vostro viso,
nei vostri occhi, nel vostro sorriso.
La gioia traspare dagli occhi,
si manifesta quando parliamo e camminiamo.
Non puo’ essere racchiusa dentro di noi. Trabocca.
La gioia è molto contagiosa.
 
Madre Teresa 
 
 
L'immagine “http://www.lavocecattolica.it/Madre%20Teresa%20e%20un%20bambino.jpg” non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.
 
 
         Non  è poi cosi difficile mettere in pratica i suoi insegnamenti, ma forse  oggi l’uomo è troppo preso dai suoi egoismi, dalla tristezza e dai suoi interessi per pensare di poter condividere i suoi sorrisi con un altro e adirittura di poter con esso fargli un gran dono…
Bhè allora iniziamo a farlo, condividiamo la nostra  gioia con gli altri, sorridiamo di piu’ , amiamo di piu’ rendendo ogni nostro gesto una carezza per l’Altro…
Madre Tersa insegna….ultima modifica: 2008-09-01T23:56:25+02:00da happyclown80
Reposta per primo quest’articolo

8 pensieri su “Madre Tersa insegna….

  1. Ciao happy, che belle parole hai trascritto. Sai cosa penso? Che oggi sembra difficilissimo, sembra che siamo andati avanti, che l’amore, la gioia, la delicatezza, la gentilezza siano sentimenti superati, antichi, retrogradi, tanto da rendere persone come Madre Teresa dei fiori imprevisti in un deserto di indifferenza. Allora aspettiamo: aspettiamo che le cose ci arrivino dall’esterno, aspettiamo quella carezza che a volte non viene e nell’attesa ci inaridiamo. Eppure io ho la prova che non è così: mia moglie. Mi ha dimostrato, da quando la conosco, che le persone non sono come sembrano, che semplicemente stanno in guardia, che hanno paura di lasciarsi andare. Lei mi ha dimostrato con la sua vitalità, la sua spontaneità, la sua gentilezza, proprio che “la gioia trabocca, è contagiosa”. Guardo le persone che incontra, le guardo negli occhi, e mi colpisce ogni volta vederle prima guardinghe, poi sorprese, quindi aprirsi in un sorriso là dove prima c’era solo uno sguardo chiuso. Il segreto è capire che è il donare una carezza o un sorriso, prima ancora che riceverli, a rendere felici.
    Ciao

  2. Ciao Mariella, mi accorgo che Fabio ha scritto, molto meglio di quanto avrei fatto io, quello che anch’io penso.
    E’ vero per esempio che le persone stanno in guardia e che spesso,qui da noi, in Italia, se sorridi ad un passante, magari vicino di casa, ma con cui non hai mai parlato, ti guarda stralunato dapprima, ma un po’ alla volta si … apre come un fiore, al sorriso – quello autentico. Ed è allora che sentiamo dentro di noi un calore dolcissimo.

    Buona serata Mariella.

  3. Perdonate la mia franchezza, ma la vita è diversa, e non sorrideremo mai ogni giorno, e chiaro che non piangeremo ogni giorno, ma alterneremo in modo naturale il giorno alla notte… senza lasciarsi prendere
    da buonismo spicciolo e superficiale.
    lasciano mostri sacri d’esempio riposare in pace..

  4. ciao Mariella ti invio il ling di qualche canzone di un italo francese Calogero i suoi genitori sono nativi del mio paese sommatino (CL) residenti come me’ qui in francia, il cugino di calogero e’ un buon amico mio, ascolta la canzone YALLA questa canzone Calogero l’aveva dedicata a MADRE TERESA perche’ spesso utilizzava questa parola YALLA COME PER DIRE GLORIA A DIO, DIO VI SORRIDE, AMATEVI!!!…..bisou Mariella 🙂 😉 Mayo http://www.youtube.com/watch?v=iiKaBk_SA_c

Lascia un commento